La news

Apertura sportello Bando energia imprese

Il 23 marzo 2020, alle ore 9.00, si è aperto lo sportello per la presentazione delle domande a valere sul Nuovo Bando "Efficienza energetica ed energia rinnovabile nelle imprese" (POR FESR - Asse IV Azione IV.4b.2.1)..

La Misura concede un prestito agevolato combinato e un contributo a fondo perduto a Micro, Piccole, Medie e Grandi imprese che realizzano i seguenti progetti:

environmental-planningLinea 1- Interventi di efficienza energetica
a) installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento;
b) interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria;
c) interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale;
d) sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
e) installazione di nuove linee di produzione (nuove tecnologie energetiche) ad alta efficienza.


solar-panelLinea 2 - Interventi di installazione di impianti a fonte rinnovabile
Installazione di impianti a fonte rinnovabile, o parte di essi, la cui energia prodotta rinnovabile sia interamente destinata all’autoconsumo.


Sono ammissibili le seguenti spese:

PMI non energivore: investimenti pari o superiori a 50.000 euro e massimo 3.000.000

PMI energivore e GI: investimenti pari o superiori a 100.000 euro e massimo 5.000.000

Gli investimenti devono essere avviati dopo la presentazione della domanda telematica, relativi alle seguenti spese:
a) fornitura dei componenti necessari alla modifica dei processi o alla realizzazione degli impianti o degli involucri edilizi ad alta efficienza;
b) installazione e posa in opera degli impianti e dei componenti degli involucri edilizi e dei sistemi di accumulo;
c) opere murarie ad esclusivo asservimento di impianti/macchinari oggetto di finanziamento;
d) sia per impianti, sia per involucri edilizi: spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo.

Gli incentivi consistono in:

  1. Prestito agevolato pari almeno all'80% delle spese ritenute ammissibili, erogato per il 75% con fondi regionali, a tasso zero; 25% con fondi bancari;
  2. Contributo a fondo fino al 20% del valore del progetto, nei limiti di 500.000 euro (Grandi imprese e PMI energivore) e 300.000 euro (PMI non energivore).

Il valore massimo di aiuto erogabile si determina moltiplicando i costi supplementari (differenza con un impianto convenzionale che consentirebbe minor efficienza) per la percentuale massima applicabile all'investimento ammesso, a seconda della tipologia di beneficiario e dell'intervento da realizzare.

Come richiedere gli incentivi:

Domanda telematica sul sito di Sistema Piemonte, solo dopo aver ottenuto la lettera attestante l’avvenuta delibera bancaria redatta dalla Banca scelta, tra quelle  convenzionate con Finpiemonte sulla Misura specifica.
L'erogazione del contributo a fondo perduto viene effettuata a seguito della positiva valutazione del rendiconto finale di spesa.


Vai alla pagina di dettaglio della Misura