News

Strumento grandi imprese

»»Vai all'avviso

Lo strumento consiste in un finanziamento agevolato in concorso con il sistema bancario.

Chi può fare domanda

  • A-Grandi imprese con meno di 3.000 dipendenti al momento della presentazione della domanda di finanziamento
  • B-Grandi imprese con un organico pari o superiore a 3.000 dipendenti al momento della presentazione della domanda di finanziamento
  • C-Cooperative classificabili come grandi imprese, con meno di 3.000 dipendenti al momento della presentazione della domanda di finanziamento
  • Iscritte al Registro Imprese della CCIAA
  • Con almeno un’unità locale operativa attiva in Piemonte, oppure attiva al termine del progetto
  • Operanti in tutti i settori di attività (salvo limitazioni ed esclusioni riportate nell’Allegato 1 dell’Avviso)
  • Che non siano in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria vigente, in liquidazione o assoggettate a procedura concorsuale o altre procedure da sovraindebitamento
  • Che siano in regola con le vigenti norme edilizie e urbanistiche, del lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente
  • Che siano in regola con INPS, INAIL e Cassa Edile per quanto attiene la regolarità contributiva

Caratteristiche principali

  • Finanziato il 100% delle spese ammissibili
  • Cofinanziamento complessivo di importo minimo di € 1.500.000 e non superiore a € 25.000.000
  • Intervento Finpiemonte 70%-50% a seconda della tipologia di beneficiario (A-B-C)
  • quota massima intervento di Finpiemonte € 5.000.000
  • Ammortamento 60/120 mesi (solo per i progetti di linea C, di importo superiore a € 2.500.000, l’ammortamento può arrivare fino a 180 mesi)
  • Eventuale preammortamento 6 mesi (incluso nella durata massima dell’ammortamento)
  • Rata a quota capitale costante trimestrale posticipata
  • Tasso Finpiemonte: fisso definito in base al merito creditizio del proponente
  • Tasso bancario: fisso o variabile
  • Spese di istruttoria (su fondi Finpiemonte): nessuna

Spese ammissibili

  • acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione di immobili da destinare all’attività primaria svolta dall’azienda richiedente;
  • acquisto suolo aziendale, sue sistemazioni (escluse le bonifiche);
  • acquisto e/o revamping di macchinari, impianti, linee di produzione, attrezzature, automezzi allestiti con le attrezzature specifiche;
  • immobilizzazioni immateriali collegate ai progetti;
  • rimanenze (materie prime, semilavorati, prodotti finiti, merci) (solo linee A e C)

Sono ammissibili spese sostenute dopo la presentazione telematica. 

»»Vai all'avviso